Social Network

Instagram

giovedì 29 giugno 2017

ARRIVEDERCI AL 2018

Le rivoluzioni non arrivano mai a caso, specie se siamo noi a cercarle.
Incredibile come i numeri continuino a dare un senso ai cambiamenti della nostra storia musicale, come se ci fosse una sorta di matematica spirituale che continua a fare il tifo per noi. In principio fu l' 11, l'anno prossimo toccherà al 3. Il numero perfetto? Staremo a vedere. Certamente il terzo disco di Jama Trio sa già dal suo embrione quello che vuole diventare.
Dal 2012 ad oggi con il motore caldo, la notte sveglia, volti e accenti che cambiavano a seconda dei luoghi. Persone rimaste nel cuore e conoscenze di passaggio. Riflettori giganti e palchi enormi / luci a risparmio energetico e palchi scricchiolanti. Tutti, meravigliosamente, importanti.
Non ci siamo mai fermati e ci siamo divertiti un sacco . Con un disco registrato in cameretta siamo arrivati al Pistoia Blues Festival, con una credenza popolare (e il supporto del popolo!) siamo atterrati in Texas. E poi le belle esperienze con Rivertale, l'appoggio della critica musicale, insomma, una gran figata.

Roba da Crazy Heart, gente.
Ma noi siamo italiani, gli inventori delle invenzioni.
Voglio dire, il vestito da country boys inizia a starci stretto. Lo spirito folk invece ci appartiene, e così una beata incoerenza. Ed eccoci alla prova di consacrazione, con l'esigenza di (r)innovare il nostro linguaggio artistico e di affrontare e studiare con cura suoni e possibilità nuove.
La cosa non scarnificherà la nostra essenza, anzi, la rafforzerà , ne siamo certi.

Ma per momenti così importanti occorre una pausa : quella del 30 giugno sarà ufficialmente la tappa conclusiva di questa prima era del Jama Trio. E a proposito: avremo a banchetto il cd di quel meraviglioso live fatto al Paccagnini a gennaio, da non farsi scappare :)
Da settembre fino a fine anno rimarremo in assoluto silenzio live. Staremo chiusi in studio a preparare il nostro parto più importante. Per la prima volta, con calma.

E con l'anno nuovo la carovana tornerà in movimento nella speranza di stupirvi positivamente.
Non avrei mai pensato che un giorno sarei diventato questo suono, che la mi scrittura sarebbe stata così tanto condizionata da questo mio presente. Non sempre è una regola.
Ogni anno, tra gioie e fatiche, ai componenti del trio sono successe cose straordinarie e adesso è il mio turno, per cui vi faccio una promessa: insieme ai miei ottimi compagni di viaggio farò di tutto affinché il prossimo disco diventi la perfetta fotografia.

Per cui un arrivederci al nuovo anno, con l'emozione di chi sta facendo i preparativi per il prossimo bellissimo viaggio.
Rispetto alla produzione di questo lavoro stiamo facendo le ultime valutazioni, ma il più è chiaro in mente. Tutte queste esperienze hanno maggiormente aperto il nostro terzo occhio ed oggi vediamo con assoluta lucidità chi siamo e di cosa/chi abbiamo bisogno.

Non è mai una occasione persa quella usata per ringraziare tutti voi che ci avete ascoltato e sostenuto. È stato un favoloso scambio di emozioni .
Ci vediamo il 30 e sarà un festone.
Siateci.
J.

Visualizzazioni totali